Non sono
un Copywriter

Ho sempre pensato di non essere un copywriter,
ma in realtà ho sempre fatto questo lavoro

scrivo dunque [x]writer

[UX] writer

Il web ha cambiato il modo con cui chiamiamo le cose. E così il copywriter è diventato web content writer e poi UX Writer. Un writer con competenze di content strategist che definisce la strategia content, di information architecture ed anche di creazione contenuti. 

[copy]writer

Il copywriter scrive testi per la pubblicità e il marketing. “Copy” è il prodotto finale, il contenuto scritto che illustra un prodotto o un servizio e invita ad un’azione specifica, come l’acquisto di un prodotto o la partecipazione ad eventi. 

[ghost]writer

E’ un professionista della scrittura a cui viene commissionata la scrittura di un testo: libro, articolo, manoscritto, sceneggiatura, discorso, e così via. Versatili scrittori nell’ombra, una sorta di controfigura editoriale.

FAQ

qualcosa sul mio lavoro di xwriter

Per lavoro ho scritto testi di brochure, newsletter, leaflet, storie aziendali, articoli, discorsi, lettere, rapporti ricerca, presentazioni, documenti di progetto, white paper, pagine web. Per studio ho all’attivo: una tesi di laurea, una tesi di dottorato e diversi articoli accademici.

Ho scritto per promuovere le mie attività o il mio lavoro, per condividere idee e riflessioni. Ho all’attivo una tesi di laurea e una di dottorato.
Per passione ho scritto un romanzo breve, diversi racconti e nel cassetto c’è anche un “fantapolpettone”.

Ho fatto anche il ghostwriter, per cariche istituzionali, studenti, persone comuni e aziende. Ma non posso dire altro.

Non scrivo di calcio, di fisica nucleare, di medicina, di astronomia, di normativa, di sport.  Semplicemente perché ne so poco.

Non scrivo di argomenti o approcci che contrastano con i miei principi e valori. Non pratico la scrittura mercenaria o manipolatoria.

“Se avessi avuto più tempo, avrei scritto una lettera più breve.”
Mark Twain