Il Tagliatore di Capelli

Questo progetto visivo è nato da una richiesta di Antonino Giorgi: trasformare un breve testo, quasi una poesia, in un video, ovvero crearne una rappresentazione visiva. Una sfida concettuale e tecnica. 

La sfida ha trasformato le parole in una visione onirica.

Ho definito il concept, curato la realizzazione del video – compreso il montaggio video e audio. Ho lasciato fluire la creatività.

Questo il testo ricevuto da Antonino (dettoToni) Giorgi.

E penso a tutte quelle orrende e tremanti volte in cui, sulla soglia del salone, tremavo dentro.
Perché già immaginavo quelle forbici spogliarmi dell’unico rifugio che aveva il mio presunto difetto.
E poi immaginavo come gli altri avrebbero inviso.

E mi vergognavo.

Il parrucchiere sapeva però, e in quel posto era delicato, lo accarezzava come si fa con un bambino impaurito.
Sospiravo in quel mentre e il suo sguardo era rassicurante.
Ma rimaneva solennemente in silenzio.

Lui, io, le sue forbici e un sogno di potercela fare.

In occasione della mostra di fine anno del corso di arti figurative dell’Associazione dePictura, dove partecipavo con Bye Bye Humans, ho proposto “Il Tagliatore di Capelli” a Katia Alicante, presidente dell’associazione, per la sezione “Donne nella storia dell’arte”.

Il video è piaciuto.
Katia e il   prof. Luigi Bernardi mi hanno suggerito di apportare qualche taglio al video, per migliorare la sequenza narrativa. Consiglio che ho condiviso e seguito subito.

Ecco la versione presentata alla mostra.

Ringrazio Katia Alicante e Luigi Bernardi per avermi dato una inaspettata opportunità che mi ha permesso di mostrare il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* La casella di controllo GDPR è richiesta

*

Acconsento